Il corsetto

Nella storia la donna ha dovuto pagare alla necessità di essere seducente prezzi non lievi, fatti spesso di sofferenza fisica. Per poter indossare vestiti considerati eleganti bisognava avere una vita sottile che non era facile possedere naturalmente. Così in epoca puritana si inventò un vero strumento di tortura: il corsetto.
Fatto di stoffa con rinforzi costituiti da stecche di ferro o legno o ossa di balena, veniva stretto ferocemente sui fianchi per mezzo di lacci tirati allo spasimo da una torturatrice di turno. Il corsetto deformava invariabilmente le costole facendo cambiare posizione agli organi interni e limitando la respirazione. Gli svenimenti erano all'ordine del giorno. La pratica insana del corsetto incominciava in giovane età e già da adolescenti le donne acquisivano deformazioni definitive delle costole basse.

RICHESTA INFORMAZIONI: Il corsetto


security code
Privacy* Art. 13, D.Lgs. 196/2003.
Iscriviti alla Newsletter.