Il feticismo

Il feticismo è una parafilia che può implicare diversi quadri psicologici e psicopatologici.
Il feticismo riguarda per lo più oggetti inanimati (per esempio l'abbigliamento), ma anche parti del corpo che non siano i genitali.
Il feticismo sembra assente o perlomeno insolito nelle società primitive, e sembra riguardare in prevalenza le società più complesse.
Comunque il feticismo del corpo ha degli esempi in diverse etnie, come gli Ottentotti che hanno una predilezione per le labbra vulvari allungate.
Tipico delle società altamente civilizzate è il feticismo del piede o dei seni. Un esempio noto è la passione cinese per i piedi fasciati delle donne, o anche la fissazione per l'ipermastia del cinema hollywoodiano.
Gli oggetti "feticcio" accompagnano in prevalenza il sadomasochismo (stivali, scarpe col tacco alto, fruste, indumenti di cuoio nero). Malgrado la predilezione di Sacher-Masoch per la pelliccia della sua Wanda, gli oggetti morbidi o pelosi interessano poco gli adepti del sadomasochismo.
Altri oggetti "feticcio" di buona diffusione afferiscono al settore della biancheria intima (mutandine, reggiseni di preferenza di colore rosso). Meno sono interessati altri capi di vestiario come i cappelli o le calze.
Solo con l'avvento del nylon le calze femminili hanno preso una buona quotazione.
La giarrettiera che regge le calze di nylon, o anche gli stessi (scomodi, per l'amante s'intende) collant, dal secondo dopoguerra hanno preso quota e ora occupano un cospicuo posto nell'immaginario erotico collettivo.

RICHESTA INFORMAZIONI: Il feticismo


security code
Privacy* Art. 13, D.Lgs. 196/2003.
Iscriviti alla Newsletter.