"Sesso e temperamento"

Margaret Mead in "Sesso e temperamento" così descrive la creazione della coppia tra gli Arapesh: "Il compito procreativo di un padre arapesh non si esaurisce nel rendere incinta la moglie. Gli Arapesh non immaginano neanche lontanamente che dopo l'atto iniziale, che qualifica la paternità fisiologica, il padre possa allontanarsi e ritornare nove mesi dopo per trovare la moglie felicemente sgravata del figlio. Essi considererebbero impossibile e addirittura repellente un simile rapporto tra genitore e prole. Un figlio non è il risultato di un momento di passione; è qualcosa che nasce dall'impegno e dalla cura tanto del padre quanto della madre. Gli Arapesh distinguono due tipi di attività sessuale: il primo ha carattere di gioco, e comprende tutta quella attività sessuale che non si traduce nella nascita di un bambino; il secondo ha carattere di lavoro, è l'attività sessuale volutamente diretta a creare un bambino, a dargli alimento, a modellarlo per le prime settimane nel grembo materno".

RICHESTA INFORMAZIONI: "Sesso e temperamento"


security code
Privacy* Art. 13, D.Lgs. 196/2003.
Iscriviti alla Newsletter.