La comune di Oneida

John Humphrey Noyes, creatore della comune di Oneida, così difese sul giornale della comunità il libero amore ivi praticato: "Un attento esame delle costumanze della comunità di Oneida durante qualsivoglia periodo della sua storia, rivelerebbe che vi regna, non già uno spirito licenzioso, ma anzi l'opposto... Ne risulterebbe l'evidenza di una minore sregolatezza tra i sessi -voglio dire, una minore tendenza a qualcosa di simile a orge e 'baccanali'- discorsi assai meno disdicevoli e un comportamento quale quello che può essere reperito nell'ambito di quella che viene detta buona società mondana.
E' vero che noi respingiamo le ferree regole e i modi con cui l'egoismo regola i rapporti tra i sessi; ma la prova della nostra morale può essere reperita nel fatto, ampiamente documentabile, della buona salute della nostra associazione. A Oneida non si è verificato alcun decesso di un membro adulto. Molti, unitisi a noi in cattive condizioni di salute, sono guariti. In particolare sono quasi scomparsi i mali che colpiscono le donne in relazione alla maternità. L'aumento demografico per nascite nell'ambito delle nostre quaranta famiglie durante gli ultimi quattro anni è stato considerevolmente inferiore della progenie della sola regina Vittoria. E tanto basti per ciò che attiene all'accusa di 'licenziosità e bestialità'".

RICHESTA INFORMAZIONI: La comune di Oneida


security code
Privacy* Art. 13, D.Lgs. 196/2003.
Iscriviti alla Newsletter.