Due delitti a sfondo sessuale.

Negli ultimi decenni, nel nostro Paese, si sono verificati molteplici fatti di sangue a sfondo erotico, che sono restati a lungo impressi nella memoria collettiva.
Nell’estate del 1970 a Roma avvenne un delitto conturbante e dallo sfondo misterioso: il marchese Camillo Casati uccise a colpi di fucile la sua bellissima moglie, Anna, un giovane amante di lei che egli stesso le aveva scelto e per ultimo si suicidò.
Non si trattava di una consueta tragedia della gelosia, ma di un deragliamento di un gioco ad alto rischio costituito da un triangolo amoroso accettato e consapevole.
Il marchese voleva risolvere la propria impotenza divenendo regista di triangolazioni plurime, che si riproducevano in un perverso automatismo che alla fine non poteva che diventare una micidiale valanga incontrollabile.
Un altro delitto a sfondo sessuale che ha fatto epoca è quello conosciuto come “il caso dei coniugi Bebawi”.
E’ un lunedì, 18 gennaio 1964, in un ufficio romano di una società nei pressi di via Veneto. Viene rinvenuto il cadavere di un giovane playboy egiziano, Faruk, crivellato di colpi di pistola e con il viso sfregiato dal vetriolo.
Le indagini portano presto a sospettare di una ricca coppia di origine libanese. I due erano solo formalmente divorziati. Lei, Claire, era stata l’amante di Faruk e pochi giorni prima aveva avuto con lui un contatto telefonico.
I coniugi Bebawi vengono arrestati ad Atene, mentre tentano di rientrare a Beirut. Ci sono pochi dubbi sulla loro colpevolezza, ma nei mesi successivi si assiste a un colpo di scena pirandelliano. Ciascuno dei due coniugi accusa l’altro del delitto e il caso giudiziario che ne seguì fu singolare, drammatico e complicato. La corte in ottemperanza all’equo criterio di non poter condannare due persone diverse per lo stesso reato, assolse in prima istanza entrambi per insufficienza di prove.
Nel 1968, in appello, i coniugi Bebawi furono entrambi condannati a 22 anni di carcere (e qualche anno dopo la cassazione confermò). Ma (questa è l’Italia!) nel frattempo i due geni del delitto e delle strategie difensive si erano separati davvero e posti fuori dalla portata della giustizia italiana.

RICHESTA INFORMAZIONI: Due delitti a sfondo sessuale.


security code
Privacy* Art. 13, D.Lgs. 196/2003.
Iscriviti alla Newsletter.